Rimini: la giunta PD – Rifondazione regala 800.000 euro alle scuole private

Con un tempismo incredibile, mentre il mondo della scuola pubblica si ribella ai tagli all’istruzione, la giunta Pd – Rifondazione di Rimini non trova di meglio che regalare 800.000 euro alle scuole private.
In queste ultime settimane insegnanti e studenti sono in testa alle lotte e mobilitazioni contro le politiche di austerità portate aventi dal governo Monti. In tutto il paese si moltiplicano le proteste contro gli esponenti del governo.  Nella stessa Rimini un piccolo gruppo organizzato, con una azzeccata e ben congeniata  azione, ha ottenuto l’appoggio entusiasta alla protesta di una platea di 1500 studenti che stavano assistendo ad un convegno sulla legalità introdotto dalla ministra Cancellieri.
E qual è la risposta della giunta comunale PD – Rifondazione di Rimini a chi lotta contro i tagli alla scuola pubblica? Un regalo di quasi un milione di euro alle scuole private, che incassano il bottino in cambio di una manciata di corsi di formazione in più da far svolgere agli insegnanti e di qualche buona intenzione (sempre disattese) che servono solo a fornire l’alibi agli amministratori per far ingoiare il rospo ai propri elettori.
Nel giugno scorso la stessa giunta Pd – Rifondazione aveva privatizzato tutte le mense scolastiche. Il PRC e il PD sono i nuovi artefici dello smantellamento della scuola pubblica a favore dei privati.
Rifondazione Comunista di Rimini paga ancora una volta il conto della sua alleanza col Pd. Un accordo col quale il Prc ha cancellato il proprio programma in cambio di un eletto e di qualche incarico ben remunerato per i suoi dirigenti. E il risultato è sotto gli occhi di tutti: mentre gli studenti e gli insegnanti lottano nelle piazze per difendere la scuola pubblica, nelle aule istituzionali i rappresentanti di Rifondazione Comunista sostengono e finanziano le scuole private.