No all’intervento militare francese nel Mali

Comunicato del NPA, Nouveau Parti Anticapitaliste (Francia)

Chi ha detto che l’ingerenza francese in Africa era una storia finita? Hollande aveva avuto parole assai dure durante la sua campagna elettorale nel denunciare la politica di dominazione francese in Africa. Ad ottobre, durante un suo viaggio a  Dakar aveva perfino dichiarato “La Francia è una cosa, l’Africa è un’altra!” il déclarait même ” Tutte chiacchere.

3 mesi dopo, annuncia l’inizio dell’intervento militare nel Mali! E’ passato da “non interverremo mai” a “dobbiamo proteggere i nostri connazionali”, infine all’intervento diretto.

D’altra parte non è per gioco che l’antica potenza coloniale mantiene le sue truppe in quel continente. La Francia prosegue, nella tradizione di tutti i governi che si sono succeduti, il proprio ruolo di gendarme, per proteggere i propri interessi e per sostenere i governi che sono al suo servizio. La minaccia islamista costituisce il paravento per questa operazione.

L’NPA denuncia questo intervento militare imperialista deciso da Hollande, ancora una volta dietro le spalle dei popoli! Non è certo in questo modo che il popolo del Mali si libererà di tutti i fondamentalismi.

11 gennaio 2013

Annunci